L’andamento evolutivo nell’uso delle applicazioni web.

L’andamento evolutivo delle tecnologie correlate allo sviluppo di applicazioni web può essere analizzato sotto diversi punti di vista; la prima dimensione di analisi è il soggetto. Qui distinguiamo il soggetto in tre categorie: il fornitore IT, l’azienda con necessità IT e l’IT in generale.

Fonitore IT: Affrontando professionalmente lo sviluppo in ambiente web di solito si attraversano diverse fasi di maturità, dipendenti in principal modo dalla tipologia di progetti/clienti che commissionano i lavori e dalla cultura IT degli analisti e degli architetti delle applicazioni.

Azienda con necessità IT: una qualunque azienda durante la sua crescita, attraversa fasi di maturità, dipendenti in principal modo dalla dimensione organizzativa, dalla concorrenza del mercato di riferimento, dalla complessità dei processi gestiti, che sono tutte vriabili che in un’ottica di crescita aziendale, parimenti crescono.

IT: l’IT cresce sotto la spinta delle necessità del mercato e della capacità dei ricercatori scientifici e degli operatori del settore.

La seconda dimensione di analisi è il contenuto. Quanto sono evoluti e complessi i contenuti dell’applicazione web?

La terza ed ultima dimensione di analisi è la tecnologia. Quanto sono evoluti i sistemi che supportano lo sviluppo di applicazioni web?

Dato che le esperienze dei soggetti possono essere ritenute sovrapponibili, non nei tempi, ma nel processo evolutivo, possiamo semplificare l’analisi e considerare la prima dimensione come appiattita in un punto e valutare il problema in due dimensioni.

Possiamo sintetizzare in una sorta di scaletta l’evoluzione delle due dimensioni di analisi.

Il contenuto

 

  • Poche pagine non molto strutturate
  • Poche pagine più strutturate
  • Molte pagine più strutturate

 

 

Le pagine sono create direttamente dai team di content designer, content editor e grafico. Crescendo la quantità e la necessità di accessibilità delle pagine, cresce anche la necessità di espedienti grafici intuitivi e di un’organizzazione funzionale del contenuto. Con l’evoluzione del contenuto si evolvono in primo luogo le tecniche di creazione delle interfacce grafiche con la tendenza a produrre “Rich Content Web Applications” anche con l’ausilio di strumenti adatti (ad es.Macromedia Flash! e la relativa tecnologia ActionScript) ed in secondo luogo lo studio ipermediale dei contenuti secondo le più moderne tecniche di Information Design e di Architettura dell’informazione.

La tecnologia

  • Sito web statico
  • Sviluppo di pagine web dinamiche con tecnologie di tipo CGI
  • Sviluppo di pagine web con l’uso di linguaggi di scripting in-line (tipo ASP, JSP, PHP)
  • Uso di pattern MVC

 

Le pagine possono sono create con diversi apporti dalle figure che si occupano del contenuto e dai programmatori. I diversi approcci offrono diversi livelli di intreccio tra le due categorie di tecnici. Nella scala evolutiva si va da uno stretto intreccio ad un intreccio più lasco: la cosiddetta “separation of concerns“.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...