Tradizione vs. Innovazione

Riporto la ristrutturazione di un articolo scritto per la mia società PlaneCom s.r.l. del 13/01/2005.


Abstract:
Quando conviene adottare una nuova tecnologia?
L’adozione di una nuova tecnologia ha sempre dei pro e dei contro.
Mentre i fattori favorevoli al passaggio sono sempre ben reclamizzati, gli scotti da pagare sono a volte sottaciuti.
Questo atteggiamento genera spesso paura e diffidenza, per vari motivi..

 

Citazione:

“Il vero sbaglio è non correggersi dopo aver commesso l’errore.”

Autore sconosciuto


Body:

Nel mondo dell’IT, come in altri settori in cui l’attività di ricerca di nuove tecnologie è molto spinta, si presentano con frequenza le possibilità di implementare soluzioni innovative.

Possiamo distinguere vari casi in cui queste situazioni si possono presentare:

 

  • Soluzioni innovative rispetto a tecnologie già in uso:
    • Passaggi di versione di SW già adottati
    • Soluzioni di produttori competitor
  • Soluzioni tecnologiche innovative:
    • Adozione di nuove tecnologie
    • Espansione di tecnologie esistenti con nuove fuznionalità

 

 

Distinguiamo i fattori di rischio correlati all’adozione di nuove tecnologie rispetto ai due macrogruppi di innovazioni viste sopra:

Fattori di rischio delle soluzioni innovative rispetto a tecnologie già in uso:

 

  • Costi di migrazione: passando da una soluzione già in uso ad una nuova soluzione, ci si trova ad affrontare il problema della migrazione. La migrazione di dati, impostazioni, personalizzazioni non sempre è possibile ed è in ogni caso un costo. Tale costo non è sempre sotto il pieno controllo.
  • Nuova formazione per gli utenti abituati al precedente sistema: gli utenti del vecchio sistema sono abituati a lavorare con quello. Il nuovo sistema può introdurre nuovi costi diretti di formazione ed indiretti di perdita di efficienza degli utenti.
  • Nuova formazione per gli amministratori del sistema: come per gli utenti finali, anche per gli amministratori di sistema, si può riscontrare una necessità di formazione ed una possibile perdita di efficienza, la quale si può tradurre in tempi di indisponibilità del servizio più alti che con la vecchia soluzione.
  • Utilità delle nuove features: non sempre si conosce a priori quale sarà l’utilità (il beneficio economico) delle nuove features della soluzione adottata.
  • Perdita di features: a volte si possono perdere features che avevano un impatto positivo sul risultato dell’adozione della souzione precedente.
  • Perdita di informazioni: le nuove soluzioni adottate possono non trattare informazioni che le soluzioni precedenti adottavano. Non sempre il livello di controllo sulla “rinunciabilità” a queste informazioni è sufficiente.
  • Reimplementazione delle personalizzazioni: spesso una soluzione matura è affiancata da una certa quantità di persoanlizzazioni che l’azienda ha sviluppato. Si può non conoscere a priori quale sia il costo della migrazione o della reimplementazione di tali persoanlizzazioni.
  • Influenza sulle policy interne: una soluzione già adottata può aver influito in passato sulle policy di utilizzo delle risorse legate al servzio. Va tenuto sotto controllo il rischio correlato alle diverse impostazioni di sicurezza, di protezione delle informazioni e di uso delle risorse di rete.
  • Performance: la nuova soluzione può avere costi indiretti dovuti all’inadeguatezza dei vecchi sistemi ospitanti rispetto alle performance richieste per avere un servizio accettabile.

 

 

Fattori di rischio delle soluzioni tecnologiche innovative:

 

  • Formazione per gli utenti: Il nuovo sistema può introdurre nuovi costi diretti di formazione. Quando gli utenti usano la nuova tecnologia non svolgono le attività precedentemente svolte.
  • Formazione per gli amministratori del sistema: come per gli utenti finali, anche per gli amministratori di sistema, si può riscontrare una necessità di formazione ed una possibile perdita di efficienza. L’indisponibilità di un nuovo servizio è meno grave dell’indisponibilità di un servizio consolidato.
  • Utilità della nuova soluzione: non sempre si conosce a priori quale sarà l’utilità (il beneficio economico) delle nuove features della soluzione adottata.
  • Influenza sulle policy interne: va tenuto sotto controllo il rischio correlato alle diverse impostazioni di sicurezza, di protezione delle informazioni e di uso delle risorse di rete della nuova soluzione.
  • Performance: la nuova soluzione può avere costi indiretti dovuti all’inadeguatezza dei vecchi sistemi ospitanti rispetto alle performance richieste per avere un servizio accettabile.
  • Overcost: la soluzione che prima non c’era introduce nuovi costi che, anch’essi, prima non c’erano.

 

 

Quello che si può notare è che è più rischioso affrontare un passaggio da una vecchia ad una nuova soluzione per un servizio già in essere che non creare un nuovo servizio.

Ma a cosa si rinuncia se non si affronta il passaggio?

L’innovazione è il più importante vantaggio competitivo per vari motivi

 

  • Diminuisce i costi: un processo veramente innovativo abbatte i costi legati alla realizzazione di un servizio funzionale alla fornitura del servizio finale, consentendo di fornire il prodotto ad un minor prezzo con gli stessi margini.
  • Migliora la qualità del prodotto/servizio fornito: gli strumenti di controllo innovativi consentono una capacità di elevazione della qualità del prodotto o del servizio fornito a parità di prezzo sul mercato
  • Customer satisfaction: la soddisfazione del cliente è destinata ad aumentare se l’efficienza dell’azienda è incrementata dalle nuove tecnologie, alimentate dalle richieste dirette del cliente.

 

 

Va inoltre tenuto presente che in settori poco competitivi si fa meno sentire la necessità di innovazione, anche se conviene pensare a guadagnare vantaggi competitivi quando se ne ha la possibilità economica anzichè quando un concorrente mette in difficoltà l’azienda e ci possono essere meno risorse da investire.

Alcuni casi:

Enterprise OO vs. Sviluppo tradizionale

Lo sviluppo tradizionale in linguaggi come VisualBasic o Delphi per le applicazioni desktop e ASP o PHP per le web applications, consente l’uso di strumenti rapidi per lo sviluppo di applicazioni semplici; viene meno all’aumentare dei requisiti di distribuzione, scalabilità, versatilità, modularizzazione.
Lo sviluppo in Java, ad esempio, impone al progetto una strutturazione più elevata, introducendo un overhead di attività che si assorbe rapidamente al crescere della complessità del progetto.
Lo sviluppo in Java, come anche quello sulla piattaforma .NET, è innovativo rispetto allo sviluppo tradizionale ed impone una strutturazione del processo di produzione del SW che fa dei nostri prodotti e dei nostri servizi, strumenti ad elevata contenuto qualitativo, che possono essere le basi di partenza per un processo di innovazione tecnologica del SW di ampio respiro.

Commercial vs. OpenSource

Il mondo OpenSource produce una grande quantità di idee, molto spesso veramente innovative, ma altrettanto spesso poco consolidate.
I termini che valutiamo nei SW OpenSource che adottiamo o che proponiamo ai nostri clienti sono: la maturità del progetto, la reperibilità di risorse di docuemntazione, la capillarità di adozione delle soluzioni considerate. Quando questi fattori sono molto positivi, allora possiamo pensare al SW OpenSource come competitor dei SW commerciali e possiamo proporvelo come risultato di un’attenta ricerca (lunga ormai alcuni anni) dai risultati incontestabili.
Per lo sviluppo di applicazioni web ad esempio adottiamo server OpenSource come Apache Jakarta Tomcat o JBoss, piuttosto che server commericiali come IBM WebSphere. Per i motori relazionali adottiamo MySQL o PostgreSQL come SQL Server o Oracle.
In sostanza siamo in grado di proporvi VERAMENTE una libera scelta di alternativa al SW commerciale.

Conclusioni:

Qual è allora il modo e il momento giusto per affrontare un processo di innovazione?
Il momento giusto è APPENA POSSIBILE: quando ci si rende conto di avere la possibilità di migliorare la propria attività, è meglio rivolgersi ad un consulente che può fornire le informazioni corrette per valutare le scelte di innovazione.
Il modo giusto è CON LA MAGGIORE CONOSCENZA DISPONIBILE: la conoscenza del mercato IT, dei prodotti, delle alternative è la base fondamentale per poter adottare una scelta corretta. Non siete costretti a studiare cose che non riguardano il vostro core business per costruirvi questa conoscenza; OGGI POTETE ACQUISTARLA. Vi posso aiutare ad operare le scelte più idonee alla vostra situazione.
NON RINUNCIATE MAI a chiedere un preventivo in più per risolvere il vostro problema.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...